Presentazione del saggio illustrato Roma Bestiale

Presentazione del volume Roma Bestiale, a cura di Angela Maria Russo, presso il Museo Civico di Zoologia in data 2 dicembre, dalle ore 18,00 alle ore 20,00.

Descrizione del saggio:
Un itinerario alternativo alle solite guide su Roma, ripercorrendo strade e piazze famosissime ma anche altre meno note, per soffermarsi sui particolari di alcuni monumenti. Il mondo animale è ben rappresentato nella Capitale: animali reali e fantastici usati nelle decorazioni, nei nomi delle strade e negli stemmi araldici di molte nobili famiglie, dove stanno a simboleggiare forza, coraggio, onestà, pazienza.
Filo conduttore di Roma Bestiale, scritto e illustrato da Angela Maria Russo, sono infatti gli animali, raffigurati in circa 80 disegni ad acquerello e china.


Biografia dell’autrice:
Angela Maria Russo, laureata in Scienze Biologiche, vive a Roma dove insegna matematica e scienze in una scuola. Illustratrice autodidatta, ha illustrato alcuni libri per varie case editrici italiane e per pubblicazioni di Musei, Fondazioni e strutture di ricerca pubbliche e private. Sue opere sono apparse su vari mensili e quotidiani e su molti cataloghi d’arte. Alcuni suoi lavori sono presenti in collezioni, quali l’Hunt Institute for Botanical Documentation, la Carnegie Mellon University, Pittsburgh – USA; il Centro di documentazione dell’Illustrazione Contemporanea – Comune di Bolzano; la Fondazione Universitaria Salerno (UNISA); la Fondazione Nazionale Collodi e varie collezioni private. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero (Hannover, Pittsburgh, Washington, Barcellona, Londra). Nel 2000 ha pubblicato come co-autrice e illustratrice il libro “Universo Albero”, Macro Edizioni.

Luogo dell’evento:
Sala Conferenze del Museo di Zoologia di Roma, in Via Ulisse Aldrovandi, 18
00197 Roma

Costo e prenotazione:

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (max 100)

Altro:
Promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

Presentazione de Il Conte di Montecristo a Grosseto

Venerdì 2 dicembre, dalle 18.40 alle 20.00, la Libreria Palomar, situata in Corso Carducci 67 a Grosseto, farà una presentazione su Il Conte di Montecristo, riduzione a fumetto realizzata da Carlo Rispoli, disegnatore e sceneggiatore del volume.
Sessione di dediche con acquerello da parte dell’autore. Non mancate!





Nuovo articolo su Il Conte di Montecristo

Il quotidiano Il Tirreno pubblica un articolo su Il Conte di Montecristo, fumetto tratto dal romanzo di Alexandre Dumas, con i disegni e la sceneggiatura di Carlo Rispoli. Dopo 63 anni dall’unica riduzione in italiano dell’opera, Rispoli torna a far sognare gli appassionati con splendidi acquerelli raffiguranti le ambientazioni e i personaggi della storia!

Presentazione de Le Reggiane allo Spazio Gerra

Sabato 12 Novembre, dalle ore 11.00, si terrà presso lo Spazio Gerra di Reggio Emilia, una presentazione su Le Reggiane, L’Avventura di una Fabbrica Italiana, a cura di Mauro Severi, Presidente di Unindustria e Giordano Gasparini, Direttore della Biblioteca Panizzi. Al termine, sessione di dediche con disegno da parte di L.M. Grassi

Nuova recensione su L’Anello di Zinco

Un elogio speciale al saggio storico sul brigantaggio postunitario a firma di Alessandro Nobis, pubblicato sul blog: ildiapasonblog.

Il link dove poter leggere la recensione è il seguente: https://ildiapasonblog.wordpress.com/2016/05/07/mauro-mercuri-lanello-di-zinco/ 

“…È un volume che nella sua struttura si presta ad una facile lettura, l’ideale punto di partenza per quanti non abbiano mai creduto all’Unità Nazionale vissuta come momento di entusiasmo collettivo delle genti. Basato su ricerche approfondite, scritto con un linguaggio chiaro ed efficace, può – dovrebbe – diventare uno strumento didattico da utilizzare negli istituti scolastici, a partire da quelli del primo livello. Vi si legge dell’organizzazione statale borbonica, del progresso industriale, della prima ferrovia sul suolo italico, dell’economia e del tenore di vita del tempo…”  (cit. Alessandro Nobis).